La fisolofia di un sogno...

SCARICA IL PROGETTO

Perchè Progetto Anthea


Progetto Anthea si pone come obbiettivo quello di fornire uno strumento informatico in grado di permettere alle coppie genitoriali digestire la conflittualità post separazione attraverso un applicazione smartphone in grado di fornire tutta una serie di servizi alla coppia che possano attenuare lo scontro verbale e comportamentale e permettere agli stessi di dirigersi verso una gestione della prole maggiormente collaborativa. Safety Family vuole rappresentare un sostegno concreto ai genitori nel momento di maggior crisi, ovvero nel vero momento del distacco, e porre gli stessi nella condizione di utilizzare strumenti fino ad oggi sconosciuti alla coppia genitoriale per gestire anche situazioni di vita quotidiana.



Progetto Anthea nasce dall'esperienza professionale di un procuratore legale che da molti anni si occupa del diritto di famiglia e che da sempre si batte per la tutela dei minori con incarichi nazionali in associazioni ad esso dedicate. Negli anni si è potuto verificare come la conflittualità della coppia genitoriale si protraesse anche dopo la separazione dei coniugi a causa di un black out comunicativo che si acuiva ad ogni contatto verbale e fisico. Nasceva allora il desiderio di trovare qualcosa di nuovo sull'orizzonte della mediazione familiare, nasceva allora Safety Family.


... ED ALTRO ANCORA

Il progetto Progetto Anthea è un progetto altamente innovativo e rivoluzionario in quanto per la prima volta cerca di fornire alle coppie genitoriali uno strumento atto a gestire la conflittualità genitoriale post - separazione e che permette loro di interagire, se necessario, con i Servizi Sociali attivati dal Tribunale in un modo nuovo e maggiormente partecipativo, nonché a fornire agli stessi ad al Magistrato una finestra in tempo reale sull'andamento della gestione famigliare della coppia.
Il progetto si sostanzia in un "App" in grado di fornire ai genitori tutta una serie di servizi ed opportunità in grado di smorzare sul nascere tutti quegli spunti di conflittualità e lotta che troppo spesso attanagliano l...e coppie fresche di scissione e che le conducono in un liti inutili e pretestuose.
La stessa ha sostanzialmente anche uno scopo educativo verso la coppia in conflitto dal momento che ogni operazione dagli stessi svolta in una sorta di dialogo mediato a distanza potrà essere monitorato dall'operatore sociale e, se necessario, anche dal Magistrato i quali, con accesso ai dovuti pannelli telematici messi a disposizione gratuitamente, potranno monitorare quanto già precedentemente autorizzato dalle parti in sede di adesione all'atto della registrazione iniziale al servizio.
Il vero fulcro innovativo che il progetto propone è quello di fornire al magistrato ed all'assistente sociale una sorta di "cruscotto" attraverso il quale in tempo reale potranno osservare l'andamento della conflittualità della coppia la quale, attraverso un uso consapevole dell'applicazione, svolgeranno la loro interazione che sarà tracciata ed a disposizione delle parti anche come prova in ambito giudiziale.
In particolare la coppia genitoriale potrà, sempre attraverso l'app, avere un filo diretto con l'assistente sociale chiedendo consigli, appuntamenti presso le sedi istituzionali e fornire comunicazioni utili alla miglior gestione dei minori. Nessun contatto diretto con il Magistrato a cui viene concesso, in ogni caso, la possibilità di osservare la coppia qualora nel corso di un procedimento dovesse risultare opportuno una valutazione in tempo reale.
E' chiaro che tali operazioni saranno possibili attraverso una policy e doverose liberatorie concesse dai genitori al momento della sottoscrizione della licenza per l'uso dell'app che specificatamente prenderanno atto delle modalità di uso dell'applicazione e delle loro conseguenze.
L'uso dell'app ha sostanzialmente una FUNZIONE GESTIONALE, che permette ai genitori di usufruire di una gestione consapevole e curata delle operazioni; infatti i genitori ogni volta che interagiranno porranno in essere singoli "eventi" che si chiuderanno con feedback di gradimento o di non adesione. Tali singoli eventi creeranno uno "storico" che permetteranno così di valutare a "colpo d'occhio" l'andamento del rapporto genitoriale e che verrà cristallizzato all'interno dell'applicazione e non cancellabile. Questo rappresenterà un monito per i genitori che non potranno sottrarsi da una logica di rispetto consapevoli del monitoraggio esterno.
E' noto che spesso la consapevolezza del mancato controllo ed assenza di prove induce i genitori non sempre ad un rispetto degli accordi e dell'altro genitore.
Ha una FUNZIONE EDUCATIVA dal momento che è previsto in fase di sviluppo dell'app anche la presenza di un controllo mediato dei dialoghi attraverso un monitoraggio automatico del linguaggio in grado di rilevare frasi inappropriate ed offese con l'intervento immediato del sistema che blocca la conversazione fino alla correzione della frase ingiuriosa attraverso un sistema di allarme tecnico allo scrivente genitore.
Ha una FUNZIONE DI SICUREZZA dal momento che è prevista una patneship con una grande società di sicurezza sul territorio che utilizza sistemi di protezioni personali in grado di monitorare a distanza persone (nel nostro caso i minori) potendo porsi in loro aiuto attraverso l'utilizzo di un sistema di geolocalizzazione in caso di aggressioni (bullismo) potendo allertare le forze dell'Ordine competenti per zona, oppure allertando il più vicino presidio medico in caso di malore, oppure permettendo la localizzazione del minore in caso di mancato rientro a casa da scuola o altri eventi (in caso di sospetto rapimento), ed infine potendo garantire il rientro a casa protetto e monitorato da operatore di centrale operativa.
Ha una funzione di ISTRUZIONE E PEDAGOGICA, in quanto è prevista una patnership con una importante società di formazione e pedagodica in materia di formazione ed istruzione formata in corsi sulla genitorialità e rapporti minori - genitori attraverso la quale garantire un calendario di eventi formativi fondati sulla concretezza dei problemi famigliari attraverso i quali i minori ed i loro genitori potranno fruire di esperienze irripetibili sul territorio.
Per quanto riguarda l'aspetto dei Servizi Sociali l'intento è quello di fornire loro uno strumento informatico nuovo (cd. Cruscotto) attraverso il quale l'operatore possa controllare in tempo reale l'andamento della coppia genitoriale da qualsiasi accesso telematico attraverso quello che diventerà una sorta di fascicolo telematico la cui configurazione potrà essere elaborata e costituita nel tempo anche attraverso i suggerimenti che potranno arrivare dagli operatori stessi.
Lo scopo è quello di innovare un sistema di controllo non sempre immediato. Spesso i passaggi che accompagnano l'attività dell'operatore sociale creano uno spreco di tempo che i minori non possono permettersi laddove, invece e spesso, la tempestività risulta fondamentale.
Si tratterebbe di una vera svolta nella gestione della conflittualità genitoriale laddove l'immancabile maggiore responsabilizzazione sfocerebbe nel doveroso aspetto educativo dei genitori ed un maggior efficace intervento dei Servizi Sociali.

Privacy PolicyCookie Policy